Qigong & Zhineng Qigong: “Il nuovo qì e il vecchio qì sono intrecciati” di Maria Grazia Mauri

Zhineng Qigong ritiene che, finché una persona alternative viagra non muore, qualsiasi malattia può essere curata. Secondo la teoria Olistica Hunyuan, il qì può riempire e nutrire la forma (essenza) e può raccogliersi in una forma; il corpo può essere trasformato con il Qì, il nuovo Hunyuan qì esterno viene assimilato e mescolato, in questo modo il nuovo qì e il vecchio qì sono intrecciati.
L’energia che viene dalla Terra, quella che dà nutrimento e sostegno salendo verso l’alto, è Yin. L’energia che viene dal cielo, dall’aria, dal sole e che scalda, scende verso il basso, ed è Yang.
“La nuova energia o viene bloccata o circola”, il qì quando entra nel corpo, se fluisce libero circola, altrimenti si blocca.
Se il vecchio qì scorre, lo stesso farà il nuovo qì in entrata, si aggiungerà al percorso tracciato, ma se il vecchio qì è stagnante, entrambi i qì saranno bloccati nel loro scorrere, ed anche la persona sarà bloccata, in questo caso la raccolta di qì yang diventerà farmacia online levitra subito un blocco, ed in generale, tutto il qi e il sangue saranno bloccati. Se la stagnazione è fissa, ci sarà una massa malata, un blocco, e l’accumulo di qì yin diventerà un gonfiore, lo stesso sarà per il nuovo qì che entrerà nel corpo, si unirà al qì stagnante accumulandosi: diventeranno gonfiore da qualche parte del corpo (dove si ferma), ulcere o piaghe, ecc.
Finché il qì può essere accumulato, anche il principio della dispersione è valido, poiché il qì può essere raccolto, può anche essere disperso; ovunque sia la malattia, dov’è localizzata la malattia, anche il qì può essere guidato nel disperderla.
“Attacca la malattia e il blocco con gentilezza”, dice il Dr Pang Ming di Zhineng Qigong, “Attaccali con un buon qì, se il buon qì li supera, tutto tornerà normale” e “Invia il qì con la tua mente”, cioè invialo in quella zona con la tua mente, di volta in volta.

Nel trattamento delle malattie, Zhineng Qigong utilizza due metodi:
  • uno è quello di ricostituire il qì,
  • l’altro è quello di eliminare il qì.
Le persone sono nel qì, il qì è nelle persone, le persone non lasciano il qì, il qì non lascia le persone, le persone vivono con il qì e le persone muoiono senza qì. Il principio della vita è tutto nel qì.
Questa è una grande verità e questo è il motivo per cui Zhineng Qigong ritiene che rivitalizzare il qì sia la cosa principale e importantissima da fare, perché la vita umana dipende dal qì, e quando abbiamo il qì, viviamo, se poi è abbondante nel nostro corpo, viviamo bene ed in salute.

Finché regoliamo il nostro qì, non possiamo morire. Sebbene Zhineng Qigong si concentri sulla trasformazione del qi, sull’estrazione del qi e sulla penetrazione del qì, in modo da rendere il corpo pieno di qi, necessita anche di vedere se c’è la malattia nel corpo per eliminarla attraverso i pensieri.
Allo stesso tempo, il praticante di Zng deve comprendere che, se il suo corpo è pieno di qi (abbondante), ma nella sua mente ci sono ancora pensieri patologici e anormali e li nutre, il suo qì non avrà le informazioni corrette per comandarlo, e questo potrà manifestare anche una malattia, perchè il qì è nel corpo ma può anche ammalarsi. Pertanto, quando si cura una malattia, la mente non dovrebbe soffocare il qì nel raccoglierlo, ed occorre pensare che “la malattia è scomparsa, è scomparsa, le funzioni ritornano alla normalità, il corpo è sano”.
Il pensiero di eliminare la malattia, (l’informazione), deve contenere un messaggio forte. Anche se sottolineiamo che occorre ricostituire il qì, lo scopo del ricostituire il qì è quello di rafforzare il corpo ed eliminare le malattie. Questo messaggio deve essere rafforzato durante la pratica di Zhineng Qigong, continua-mente.
 
Praticare Qigong è anche curare le malattie, e per Zhineng Qigong questo è fondamentale: quando abbiamo  abbastanza qì nel nostro corpo, cioè quando il “giusto qì” è abbondante, le funzioni delle persone diventano più forti e la malattia non può esistere.
Poiché la normale funzione del corpo è realizzata e rafforzata, l’anormale scomparirà gradualmente, inteso come qì malsano. Nella medicina tradizionale cinese, le radici dell’erba e le radici degli alberi possono curare le malattie. Il qì giusto è un qì completo, sano alla radice, ma può curare le malattie, e le radici sono paragonabili alla coscienza: deve essere retta e conforme sia alle leggi delle attività vitali che alle leggi delle attività coscienti. Questa è chiamata rettitudine, tuttavia quando le persone parlano di rettitudine, si riferiscono al qì,  ignorando la mente e i suoi effetti. Il campo energetico che abbiamo intorno al nostro corpo (aura), il qì di questo campo, è controllato dalla coscienza e quando parliamo del Qigong per curare le malattie, dobbiamo reintegrare il qì e allo stesso tempo dare l’informazione mentale di curare le malattie, sono importanti le informazioni anche quando rilasciamo il qì esterno ed è necessario includerle mentre lo facciamo.
A volte l’effetto distruttivo e scioglimento è rapido, quando si tratta un blocco energetico con Zhineng Qigong e lo abbiamo anche visto nel famoso video nel centro Huaxia, ormai gira da anni, alcuni maestri consigliano ai malati di tumori di rivederlo spesso, proprio per creare al loro interno la convinzione che è possibile distruggere un tumore con il qì e con le corrette informazioni.

Ecco il video:

Il movimento energetico in questi casi, è simile a tendere l’arco con la mano e fare centro in pochi minuti, mi collego anche alla esperienza e testimonianza di S. dopo il seminario di primo livello di Fa qì con Master Tao Qingyu: le parole che mi ha detto per telefono sono state “il trattamento è stato simile ad una bomba, rapido, e l’effetto energetico è stato incredibile, dopo che ho espresso l’informazione”. Zhineng Qigong ritiene che il trattamento deve essere veloce per agire, non serve molto tempo, ” Se credi in te, nella tua coscienza ed hai fiducia nel qì”, il qì sarà veloce ed efficace nell’agire. naturalmente, ed è bene ribadirlo, non tutte le malattie possono essere curate, per vari motivi: Il qì esterno può curare le malattie e con Zhineng Qigong si può fare appena lo impari, a volte bastano poche  lezioni di pratica  per imparare a  tirare l’arco, ma il esterno non è una panacea e non tutte le malattie possono essere curate. 

Il trattamento della malattia con il qì esterno richiede molte condizioni:
  • In primo luogo, il trattamento con il qì esterno richiede la collaborazione della persona malata, così come la cooperazione delle persone circostanti.
  • Se, per esempio, decidiamo di entrare in un ospedale con l’intento di usare il qi esterno per curare le malattie delle moltissime persone malate ricoverate, infermieri, medici e gli stessi pazienti, direbbero che stiamo ingannando le persone, perché non possiamo guarirle tutte e senza le cure della medicina ufficiale, i malati morirebbero più velocemente. A questo punto qualcuno dei praticanti potrebbe pensare ” allora ti lascio stare, così muori più velocemente”, aggiungendo alla rabbia anche l’informazione di morire più velocemente. Pertanto, anche se il paziente dovesse credere nel trattamento con il qì esterno, ma le persone intorno non credono nel qì, l’efficacia del trattamento ne risentirà.
  • Verificare, quindi, che ci siano le condizioni del ricevente ma anche le condizioni dell’ambiente circostante, non tutto. Occorre anche guardate lo stato di vitalità di una persona, cioè se c’è ancora la possibilità di irradiare vita (energia) nel suo corpo.  Se la vitalità nel suo corpo è esaurita, non funzionerà.
  • Il Dottor Pang Ming in questi casi dice: ” Quando le persone sono vecchie, sono quasi sempre arrabbiate perchè sono diventate vecchie, e non funzionerà senza la trasformazione interiore del loro corpo. Alcune malattie non possono essere curate se non si modifica il  percorso circolatorio dall’interno.
  • Molto spesso le malattie richiedono sforzi interiori dello stesso malato, la guarigione non può accadere per gli sforzi altrui, e non può realizzarsi nessuna guarigione quando le persone vengono trattate con il qì.
  • Quando inviamo il qì nel corpo di qualcuno,  il qì continuerà a viaggiare sulla sua vecchia traccia perché le persone sono coscienti, noi non possiamo guarirle semplicemente inviando a loro del qì, devono fare i loro sforzi e cambiare il loro sistema di riferimento. Pertanto, Qigong non è una panacea.
  • Le attività di sensibilizzazione sono sufficienti?
  • L’ambiente circostante va bene?
  • Il vecchio “canale” di attività della coscienza è cambiato? Anche se il malato collabora e lavora sodo, ma nella sua coscienza non è cambiato il percorso energetico del passato, non funzionerà.
  • Dato che ci sono così tante specificità nel trattamento esterno delle malattie con Qigong, poichè ogni persona è unica, non si può presumere che tutti i problemi siano risolti in una sola volta e che tutto andrà bene, del resto, questo non lo fa nemmeno la medicina.

Il Dottor Pang Ming ritiene che trattare le malattie attraverso il qì esterno sia di grande importanza per la propria pratica, non è solo un bene per se stessi, ma anche per la causa del Qigong e, cosa più importante, trattare qualcuno con il qì esterno, può aiutarlo ad alleviare rapidamente il suo dolore.

Trattando le malattie con il qi, è possibile creare fiducia sull’applicazione del qì esterno, lo stesso potrebbe alleviare le malattie e potrebbe cambiare la condizione oggettiva del ricevente, inoltre, il qì può essere utilizzato per esperimenti scientifici ed altre applicazioni.

Usando il qì esterno sulle malattie, possiamo esercitare le funzioni delle nostre percezioni: trattiamo ogni persona con attenzione, sperimentiamo, più tratteremo le malattie, più le percepiremo chiaramente, quindi anche le funzioni della nostra percezione diventeranno sempre più sensibili e precise.

Lavori in corso, c’è tanto da fare,  questi mesi online trascorsi con i seminari e gli insegnamenti di Master Tao Qingyu sono stati per me molto utili!

Grazie, grazie, grazie… perchè io sono anche gratitudine.

Da Cuore a Cuore

Maria Grazia Mauri

 

Se l’articolo ti piace condividilo

I commenti sono chiusi.