蹲墙功 Dūn Qiáng Gōng – Accovacciarsi al muro

 

蹲墙功 Dūn Qiáng Gōng – Zhineng Qigong – Accovacciarsi al muro – Sali e scendi

Qual è la posizione preferita del corpo umano?

Non sdraiato e nemmeno seduto, ma accovacciato. Tutti i bambini mantengono questa posizione nel corpo della mamma, una dolce posizione che consente al nostro corpo di rilassarsi, sentirsi al sicuro e protetto. Noto anche come accovacciarsi contro il muro, Dūn Qiáng Gōng di Zhineng Qigong originariamente era una tecnica segreta usata nel 内家拳 Nèijiāquán, metodo di boxe che integra le arti marziali e l’auto-coltivazione. Dal punto di vista del Nèijiāquán, nell’accovacciamento al muro, è necessario regolare anche il respiro e la circolazione del sangue, in questo caso diventa un esercizio molto profondo che richiede la guida di un Maestro esperto. La tecnica fu poi diffusa e insegnata nel 1985 dal Dr Pang Ming, creatore di Zhineng Qigong ed è un buon modo di esercitarsi… accovacciandosi per ritornare alla benefica posizione fetale.

Zhineng Qigong ha imparato molto dai punti di forza degli altri e quindi all’interno delle sue pratiche, sono racchiuse molte pratiche segrete. Lo squat al muro è uno dei più importanti esercizi di Zhineng Qigong, pare che nell’antichità quando i Maestri lo praticavano, volevano farlo da soli e senza allievi intorno.

Chiamato anche “Wall Squatting”, Dūn Qiáng Gōng è un modo all’apparenza semplice ed efficace. È semplice perché ci sono solo due elementi essenziali per accovacciarsi sul muro: uno è affrontare il muro e l’altro è accovacciarsi e alzarsi, e quindi per noi, non è poi così semplice, ma se praticato seriamente, Dūn Qiáng Gōng produrrà molti effetti inaspettati.

Accovacciarsi al muro è indicato nelle patologie della schiena e delle articolazioni, inoltre,  può rafforzare i reni, e già questo è un buon modo per tenersi in forma, favorisce l’apertura e la chiusura dell’ Hunyuan Qì nel corpo umano. Questo esercizio è in grado di far perdere peso, soprattutto nelle zone del girovita, dei glutei, dell’addome e delle gambe.

Il saliscendi in realtà, è un po’ faticoso da praticare all’inizio perché rappresenta un allenamento muscolare ed anche mentale nel superare lo sforzo di esecuzione. Nel Zhineng Qigong, 蹲墙功 Dūn Qiáng Gōng  è stato utilizzato nel centro Huaxia con molti successi in tanti ambiti: neurologia,  cura del sordo-mutismo, nei problemi di coordinazione ed equilibrio, e di altri disturbi mentali e nervosi nei bambini, inoltre, questo esercizio libera velocemente tutti i canali energetici del corpo, agendo in particolar modo sui canali Renmai e Dumai.

Dal punto di vista della Medicina Tradizionale cinese, gli arti inferiori e i piedi sono la radice dell’essenza del corpo e la riserva di qi e sangue, più forte sarà la nostra parte inferiore del corpo, più forte sarà il nostro cuore. Solo quando la circolazione sanguigna degli arti inferiori è buona, il sangue dall’estremità distale degli arti può essere respinto al cuore, in modo che il qi e il sangue di tutto il corpo possano scorrere agevolmente senza stasi negli arti inferiori. Questa pratica agiste intensamente sui cancelli energetici del Cielo e della Terra, mettendo in atto una potente stimolazione ai punti alla base e alla sommita della colonna vertebrale, la pianta dei piedi e nell’intero corpo.

 

Accovacciarsi sul muro è un esercizio che può regolare il qi di tutto il corpo, quindi ha un effetto benefico sul trattamento delle malattie, inoltre, migliora anche la postura del corpo.

E se non c’è il muro, anche un albero può andare bene in un parco, facendo attenzione a non farsi male al viso.

 

 

Oppure anche un pergolato, immerso nel verde. 

 

 

 

Forse accovacciarsi ad una vetrata può dare un effetto diverso?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come accovacciarsi al muro:

  •  Inizia ad accovacciarti vicino ad un muro. Accovacciati lentamente e alzati. Quando
  • sei accovacciato, non lasciare la pianta dei piedi o i talloni sollevati da terra, accovacciati finché le cosce non toccano i polpacci, quindi alzati in piedi. Se lo squat al muro ti risulta d
  • ifficile, non praticare subito in questo modo l’esercizio.
  •  Se non ci sono problemi con lo squat normale, trova una parete liscia per esercitarti, come una porta, non deve essere una parete ruvida, in modo da non graffiarti il ​​naso e il viso.
  • Regolare la distanza dal muro. Ci sono due modi per regolare la distanza, uno è regolare la distanza tra i piedi e il muro e l’altro è regolare la distanza fra i tuoi due piedi. Più i piedi sono vicini al muro, più è difficile l’esercizio; più i piedi sono distanziati, più facile è accovacciarsi. Una distanza adeguata dal muro  dovrebbe essere in grado di farti accovacciare e alzare liberamente, ma risulterà essere leggermente faticosa.
  • Respira in modo naturale. Non preoccuparti del tuo respiro quando inizi la pratica, più avanti potrai unire anche la respirazione, inspirare quando si scende ed espirare quando si sale.
  • Dopo aver trovato una distanza adeguata, avvicina la testa al muro, chiudi leggermente il mento e chiudi gli occhi (puoi aprire gli occhi nella fase iniziale di pratica), accovacciati e alzati. Quando ti accovacci, tieni le cosce vicine l’una all’altra e alzati in piedi dritto. All’inizio, accovacciati al muro per 20 volte, poi arriva a 50 volte.
  • Quando sei accovacciato al muro, non girare la testa in alto o di lato e usa entrambi i piedi in modo uniforme, meglio ridurre la difficoltà che deformare il movimento.
  • Quando sali, presta attenzione al punto  Baihui, immagina un filo sottile interno fino a Baihui che tira e allunga delicatamente la colonna vertebrale verso l’alto,
  • Gradualmente aumenta il numero di volte in cui ti accovacci al muro e  aumenta anche la difficoltà di accovacciarti al  muro. Dopo che sei diventato esperto, se il tuo scopo principale è la perdita di peso, puoi concentrarti sull’aumento del numero di wall squat, da 50 a 100, 200 o anche di più. Se lo scopo principale è praticare il Qigong, puoi concentrarti sull’aumento della difficoltà di accovacciarti al muro. La difficoltà qui si riferisce principalmente alla riduzione della distanza tra i piedi e la distanza tra le dita dei piedi e il muro. Puoi anche farlo a piedi nudi e senza scarpe, con i piedi uniti e le dita dei piedi contro il muro. Accovacciarsi a piedi nudi con le dita dei piedi contro un muro è molto diverso dall’accovacciarsi al  muro con le scarpe, con i piedi nudi si rafforza notevolmente l’effetto di allungamento sulla colonna vertebrale.
  • Come terminare l’esercizio. Ci sono due modi per terminare dopo essersi accovacciati al muro: un modo è sovrapporre le mani sul basso addome e ruotarle lentamente per almeno 20 volte nella direzione sinistra-basso-destra-su, quindi stare in silenzio per un po’ e terminare l’ esercizio. Un altro metodo è lasciare che le mani pendano naturalmente, stare in piedi e riposare per due minuti, quindi terminare l’esercizio.

Guarda questo video che ho tradotto:

 

Fare squat dopo essere stati seduti a lungo può portare beneficio alle articolazioni, rilassare i muscoli, migliorare la capacità di equilibrio, riducendo così i danni al corpo causati dalla seduta prolungata. Quando le persone si accovacciano, questa posizione favorisce lo scorrere corretto del flusso del qì e del sangue, così come il flusso sanguigno del cuore e dei polmoni,  il che può alleviare l’arteriosclerosi, abbassare i lipidi nel sangue e ridurre l’incidenza di malattie coronariche e ictus; e non solo, accovacciarsi può anche aumentare il movimento della cavità toracica e dei polmoni, migliorando così la nostra funzione cardiopolmonare. Esercizi di squat possono migliorare la  forza muscolare della parte inferiore del corpo, promuovendo così velocità, potenza, resistenza e tonificazione di cosce e glutei.

            

 

Nel libro “Gli ultimi 100 giorni di Nan Huaijin”, questo esercizio viene citato per aiutare a curare i problemi  di stomaco. Il libro scritto da Wang Guoping, narra del famoso maestro cinese Nan Huaijin durante i suoi ultimi 100 giorni di vita in questo mondo.

Se l’accovacciamento viene praticato a lungo, potrebbe anche avere il magico effetto di preservare la salute e la longevità.

Questo è il modo migliore per favorire una digestione veloce se hai mangiato  troppo. 

 

 

                           
                               
 Squat diverso, effetto diverso, proteggere l’articolazione del ginocchio.

Appoggiati allo schienale di una sedia con la schiena e la regione lombosacrale, mantieni i fianchi sotto le ginocchia e rimani immobile dopo aver praticato lo squat, per  2-4 minuti, questo protegge l’articolazione del ginocchio.

Come proteggere i reni

Per proteggere i reni possiamo accovacciarci in punta di piedi, i talloni sono sollevati da terra, in questo modo l’avampiede e l’alluce svolgono un ruolo di sostegno, il meridiano shaoyin del rene, il meridiano Jueyin del fegato e il meridiano Taiyin della milza  passano nei piedi, stimolando i tre yin del piede si può riscaldare lo yang del rene. Tuttavia, a causa della difficoltà del movimento, mezzo minuto è sufficiente per evitare sforzi o crampi troppo a lungo.

Versione avanzatissima:  Squat e camminata per perdere peso.

Accovacciati, abbraccia le ginocchia e cammina dritto. In questo modo ti costringerai a mobilitare la forza del tuo punto vita perché ti manca la flessione e l’estensione dell’articolazione del ginocchio. In altre parole, è costringere la vita a “camminare” e non è per niente facile da fare come esercizio. Quando la vita diventa la forza motrice per camminare, il qi e il sangue possono raccogliersi nell’addome. Se pratichi in questo modo un po’ ogni giorno, l’ombelico e la vita si sentiranno a loro agio. L’effetto diretto di questo movimento è quello di agire su Mingmen “La porta della vita” e con la pratica del saliscendi sciogliamo il tratto lombare per aprirlo. In particolare, Mingmen è connesso direttamente con i reni e le ghiandole surrenali,  il punto è di grande importanza per la conservazione della salute. Una schiena sana dipende dall’equilibrio del Mingmen, infatti spesso viene trattato in caso di dolori alla zona lombare.

Accovacciarsi e camminare in questo modo drenerà naturalmente il qì e il sangue nell’addome inferiore, scaldando lo stomaco, se è presente una stasi di sangue in una parte dello stomaco è possibile sentirla premendo con la mano mentre sei accovacciato. Il sangue e il qì arrivati fino a qui, inizieranno a riparare eventuali lesioni, pertanto questa camminata migliora molto anche lo stomaco, la stitichezza, le malattie della prostata, malattie ginecologiche, patologie andrologiche, ecc.

 

Alternativa al sali e scendi, appoggiandosi alla ringhiera di un balcone

 

 

 

e i livelli avanzati… utili per prevenire e migliorare l’impotenza

 

Per prevenire la disfunzione erettile negli uomini, è molto importante rafforzare in particolare l’esercizio della parte inferiore del corpo. Gli uomini spesso si accovacciano, il che può rafforzare i muscoli della vita e renderli meno inclini alla fatica. Con questo movimento i muscoli pelvici degli uomini vengono esercitati, il che può anche aumentare l’afflusso di sangue all’intero bacino e agli organi riproduttivi maschili, migliorando la funzione sessuale maschile. 

 

 

E’ possibile praticarlo anche in due, ed è bellissimo da fare!

 

Da ricordare:

Per  eseguire qualsiasi posizione accovacciata, è necessario fare attenzione al torace e all’addome, mantenere la parte superiore del corpo dritta e le articolazioni del ginocchio devono essere allineate con le dita dei piedi. Inoltre, mantenere una posizione troppo a lungo è dannoso per la salute, e lo stesso vale per il sali e scendi. Quando ti alzi, fallo lentamente per evitare vertigini e instabilità.

Buona pratica e… tanta forza!

Haola

Da Cuore a Cuore

Maria Grazia Mauri

Se l’articolo ti piace condividilo

I commenti sono chiusi.