Seduti con le gambe distese

Seduti con le gambe distese -Zhineng Qi Gong – Zhí Tu Zuò Sōng Yāo Fa 

Seduti con le gambe distese è una pratica del Zhineng Qi Gong chiamata Zhí Tu Zuò Sōng Yāo Fa che agisce su Ming Men, un punto di agopuntura di Vaso Governatore (VG4) chiamato “La Porta della Vita”, Punto dei Reni e dell’energia prenatale, un deposito di sicurezza fondamentale e molto importante nel Qi Gong perché rappresenta il cancello di collegamento con il centro della vitalità, è la sede del luogo dove si forma la vita, dove si crea e si genera in ogni istante. Gli antichi praticanti cinesi di Qi Gong dicevano: “La fonte della vita e della mente è nel Ming Men”.
Collocato fra la seconda e la terza vertebra lombare, Ming Men è fondamentale per alleviare la tensione nella zona lombare, quindi rilassare ed aprire questo cancello è molto importante, ed è proprio lo scopo principale di Zhí Tu Zuò Sōng Yāo Fa : rilassare ed aprire la parte bassa della schiena, nonché di rilassare la cavità pelvica, le articolazioni dell’anca e la zona delle cosce. Per rilassare ed aprire la parte bassa della schiena si intende rilassare la zona dalla seconda alla quinta vertebra lombare e il sacro, così come i legamenti, i tendini e i muscoli lungo le vertebre lombari.

E’ importante rilassare la parte bassa della schiena perché in questa zona sono collocati i reni e il qi intrinseco che nutre tutto il corpo. Inoltre, la parte bassa della schiena supporta il peso di tutta la parte superiore del corpo.
Quando si pratica il rilassamento della parte bassa della schiena, il qi scorre liberamente nel midollo spinale, tutta la schiena migliora e il qi dell’intero corpo viene rafforzato. Quando la parte bassa della schiena si muove e fluisce bene, anche le spalle, i gomiti e i polsi si muoveranno di conseguenza.
Una volta che la parte bassa della schiena è rilassata e aperta, il qi interno migliorerà rapidamente, insieme alla qualità delle funzioni del corpo. Si apriranno le articolazioni delle vertebre, anche i muscoli, i legamenti e i tendini della schiena si rilasseranno e si apriranno.
Se la parte bassa della schiena non è rilassata bene possono sorgere molti problemi, il Qi del Dantian inferiore sarà debole; la circolazione nei canali di Vaso Concezione e Vaso Governatore sarà bloccata, causando dolore alla schiena, alla testa e intorno al punto Yintang, inoltre sorgeranno anche problemi addominali.

Questa pratica può cambiare il livello del corpo fisico e del qi interno perché fonde il qi del Dantian inferiore con la parte bassa della schiena, con la mente che si concentra nel dantian inferiore, per rendere abbondante il qi in questa zona.

La procedura che eseguo per la pratica di Seduti con le gambe distese è quella relativa all’ultima versione dell’esercizio insegnata dal Maestro Pang Ming ai suoi allievi, c’è una fase preparatoria, battere i denti in varie direzioni, muovere la lingua in un certo modo, con l’emissione di due suoni (inspirazione/espirazione) con la giusta pronuncia, che permettono al Qi di penetrare con abbondanza nella colonna vertebrale. Mentre si pronunciano i suoni, occorre focalizzarsi sulle sensazioni nel Ming Men, praticando con costanza l’esercizio, inizieremo a sentire l’energia che fluisce liberamente nel Ming Men. Una volta conclusa la pratica (almeno 30 minuti per volta), raccogliere il qi nel dantien inferiore.

Esistono almeno tre diversi tipi di movimenti nel corpo umano: l’attività mentale, la respirazione e il movimento del qi. Quando questi tre movimenti si uniscono, diventano molto potenti. La respirazione è l’attività vitale fondamentale e può mobilitare il qi interno.
Perché dobbiamo unire il suono a questa pratica?
Quando emettiamo un suono i muscoli della bocca e della gola si uniscono con la respirazione per agire in profondità, aprendo e chiudendo. E’ il suono che modifica la materia, nel caso di Seduti con le gambe distese, con l’emissione dei suoni si intensifica l’informazione completa che inviamo al nostro corpo di apertura e chiusura, in uscita e in entrata.
Usiamo il suono per rafforzare la capacità della mente di controllare l’attività della vita. Se lo comprendiamo chiaramente e lo usiamo nella nostra pratica, miglioreremo rapidamente.
Se la nostra pratica è insensata e la nostra comprensione non è chiara, il nostro gongfu migliorerà lentamente.
Quando pratichiamo questo esercizio correttamente, cambiamo le abitudini dei movimenti dei nostri muscoli, per andare verso l’interno e indirizzare il qi nel dantian inferiore.

Buona pratica!
Maria Grazia Mauri

Se l’articolo ti piace condividilo

I commenti sono chiusi.