http://www.reikipeople.net/default.asp?Link=www|dacuoreacuore|it
"Reiki in corsia" a Foggia



di Maria Grazia Mauri, Reiki Master.

Con piacere segnalo che l' Azienda Ospedaliero Universitaria "Ospedali Riuniti" di Foggia - Comune di Foggia, ha presentato il progetto"Reiki in corsia".

Questa è una bellissima notizia per il Reiki e per gli ospedali Italiani!

Il referente del progetto è il Dott. Antonio Battista - Direttore Sanitario dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria OO.RR.
Lo scopo del progetto "REIKI in corsia" è quello di promuovere la diffusione, l'integrazione e l'inserimento del REIKI in ambito sanitario e sociale, nel trattamento a supporto ed integrazione della medicina convenzionale agendo in modo da ridurre gli effetti collaterali di eventuali farmaci, ridurre il tempo del trattamento, ridurre o eliminare il dolore, ridurre lo sforzo e contribuire ad aumentare un senso generale di ottimismo che giova alla cura nel suo complesso.
Infatti, nel REIKI la malattia, in qualsiasi forma si presenti, non è altro che la manifestazione sul piano fisico di uno squilibrio energetico, pertanto, traumi, incidenti, alimentazione, eventi atmosferici, situazioni ambientali danno origine a blocchi energetici e alle malattie.

Il REIKI ha lo scopo di rimuovere i blocchi energetici ristabilendone il flusso el'armoniosa interazione tra mente e corpo.
Il progetto si propone, inoltre, di valutare l'efficacia del REIKI nell'accompagnamento dei pazienti nelle diverse fasi della malattia con raccolta dati sullo stato fisico ed emotivo dei pazienti trattati; i dati sono stati raccolti nelle cartelle cliniche per la tracciabilità, veridicità ed imparzialità.

Il metodo REIKI ha trovato la sua applicazione negli "Ospedali Riuniti" di Foggia nel reparto pediatrico, geriatrico, reumatologico,
ostetrico e, in particolare, nei reparti oncologici con importanti esiti sull'andamento delle malattie tumorali.
Per divulgare tale metodologia sono stati coinvolti medici, infermieri, personale degli sportelli sociali e sanitari della città di Foggia peri nformare la cittadinanza dell'uso di medicine complementari, quali il REIKI, nell'affiancare i classici percorsi di cure
previsti dalla medicina ufficiale all'interno dell'Azienda Ospedaliera.

Obiettivi del progetto...."Incoraggiare ed aiutare le persone a condurre una vita semplice, armoniosa e consapevole attraverso la pratica di Reiki e l'applicazione dei suoi principi."

Vi invito a leggere il Bando Oscar Salute 2015 - Premio nazionale Rete Città Sane - OMS in allegato pdf
Foggia_progetto.pdf

Fantastico leggere, fra i risultati raggiunti:
Il Reiki ha prodotto uno stato di rilassamento valutabile come "medio/profondo" ed uno stato di"benessere/grande benessere" ad ogni seduta nell'85-90 % dei casi;

Il progetto REIKI in corsia ha dimostrano come un recupero più veloce dei pazienti sottoposti a trattamenti Reiki porti a una riduzione della degenza e ad una progressiva minor assunzione di farmaci e necessità di cure;

La divulgazione del metodo REIKI nella struttura ospedaliera si è rilevato un punto di forza, infatti, altri reparti dell'Azienda Ospedaliera hanno richiesto di essere coinvolti nell'applicazione del metodo REIKI;

Raccolta di dati sullo stato fisico ed emotivo dei pazienti trattati;

Aumento dei benefici nei malati cronici;


Qui trovate la relazione tecnica "PROGETTO REIKI OSPEDALI RIUNITI DI FOGGIA" dell'Università Popolare SCIVIAS “Ildegarda di Bingen” in allegato pdf


relazione tecnica obiettivi corso reiki oorr fg 2014.pdf





Cure alternative complementari - Per la prima volta nella sanità pubblica

In Italia sono oltre 10 milioni le persone che si rivolgono alle medicine complementari anche per affiancare i classici percorsi di cura previsti dalla medicina ufficiale.
Di cosa si tratta?
Si definisce medicina complementare o alternativa quell’insieme di trattamenti, rimedi e filosofie terapeutiche che non sono riconosciuti nel contesto della medicina ufficiale, ma che possono aiutare a curare il paziente, non in sostituzione delle classiche cure ma, appunto, a supporto.
Proprio per assecondare questa esigenza che proviene dalla società, già da tempo, presso l’azienda ospedaliera universitaria Ospedali Riuniti di Foggia, viene svolta una attività di formazione per quanto riguarda le medicine complementari. Qui si tengono ormai da anni corsi di formazione e aggiornamento sulla medicina omeopatica, sull’agopuntura, la medicina ayurvedica e la tecnica energetica reiki, cui partecipano le diverse categorie di operatori sanitari dei servizi interessati.
Attualmente vengono erogate, nel rispetto della normativa vigente, prestazioni di agopuntura, omotossicologia in campo pediatrico, di reiki, quest’ultimo in particolare nei reparti oncologici, con importanti esiti sull’andamento delle malattie tumorali
Oltre che in oncologia, il reiki trova la sua applicazione in ambito pediatrico, geriatrico, reumatologico e ostetrico. È in via di definizione l’attivazione di prestazioni di osteopatia.
Si ricorda che è la prima volta che a livello aziendale pubblico sono attivate in modo articolato iniziative legate alle medicine complementari. L’azienda ospedaliera si sta così qualificando in modo innovativo e aperto, senza contare che diventa sempre più essenziale, anche per il mondo universitario, conoscere e utilizzare queste pratiche, molto richieste dai cittadini.
La formazione dei professionisti e l’erogazione delle prestazioni in ambito pubblico sono due elementi che confermano questa nuova sensibilità, già presente da tempo presso gli Ospedali Riuniti di Foggia.
Articolo in pdf pubblicato qui




GRANDISSIMO REIKI!

Da Cuore a Cuore.

Maria Grazia Mauri




Copyright © 2009-2016 Maria Grazia Mauri

Webmaster Maria Grazia Mauri